Archivi tag: Leonard Cohen

Morning Phase, miglior disco Rock del 2014?

Morning Phase, Best rock album?Ok, 3 giorni fa ho sentito una notizia sconcertante e ho impiegato ben 72 ore prima di scriverci su: Beck ha ricevuto un paio di Grammy tra cui uno per “miglior disco Rock del 2014”  in relazione all’album “Morning Phase”.
Il disco è un buon ascolto senz’altro ma definirlo Rock mi sembra davvero poco appropriato, perchè se così fosse, anche Cat Stevens lo sarebbe (alcuni lo inseriscono nel folk rock..) e il mondo andrebbe alla rovescia o le parole avrebbero significati differenti.
Beck è un artista che ammiro da tempo indefinito, è una mente eclettica che non si può catalogare in questo o quell’altro genere. Interi suoi album possono essere ricchi di contaminazioni e non mi pare che questo rappresenti un problema, anzi è una sua adorabile peculiarità. Mi domando però come un critico qualsiasi possa pensare anche solo un istante che Morning Phase sia un disco rock, anche nelle sue accezioni più soft.
Davvero.
Non ha senso.
Best album Beck
Morning Phase non è rock, è a tratti mistico, forse più vicino alla new age (per suggestioni!), che non ai Guns’n’Roses, ai

Pearl Jam o ai più tranquilli Badfinger.

Se devo dirla tutta non credo neppure che il disco sia la miglior uscita del 2014, infatti il premio Stereorama “Discone 2014” non può che andare a Popular Problems di Leonard Cohenper niente rock ma molto coinvolgente.
La miglior band dell’anno passato, a parte i cinquantenni intramontabili Stones,  è senz’altro quella dei GOASTT di cui ho recensito sia Midnight Sun che  Long Gone due lavori interessanti in cui vintage e contemporaneo si mescolano per creare qualcosa di nuovo
Mi rendo conto che il rock è un genere che oggi ha perso la sua aggressività, molto più viva nei rapper di strada che non negli assoli di chitarra tra le strofe dei gruppi rockettari.
Perchè non chiamiamo più le cose con il loro nome?

1 regalo inaspettato: apro la porta e trovo un vinile

Stamattina il corriere ha bussato alla mia porta. Non avevo ordinato nulla ma qualche giorno fa era il mio compleanno e la mia amica Paola deve aver combinato qualcosa. Mi aveva accennato a un pacco in arrivo. Conoscendo lei e me avevo pensato a un vinile, l’ultimo degli U2 magari. Invece NO. Paola mi ha regalato un disco, quindi avevo indovinato la tipologia, ma dentro quel pacco c’era un regalo inaspettato al quale già sono affezionata, è un’uscita recente e l’ascolto in loop da un mese: il vinile di Popular Problems di Leonard Cohen. La musica é come una colla e questo album non lo staccherò più. Grazie Paola
Leggi la Recensione che ho scritto in occasione dell’uscita del disco.

Anteprima Leonard Cohen Popular Problems

Uscirà il prossimo 23 Settembre l’ultima fatica del quasi ottantenne Leonard Cohen, “Popular problems“, una sorta di celebrazione per il suo compleanno che sarà il prossimo 21 settembre.
Le 9 tracce che compongono il disco non sono apparentemente nulla di nuovo ma Cohen con la sua voce quasi spezzata, impreziosisce il lavoro rendendolo interessante e coinvolgente. Commoventi e leggeri richiami portano alla mente grandi nomi della musica quali Neil Young, Tom Waits e il disco an American Prayer di Jim Morrison; il risultato è un disco magico, fuori dal tempo dai colori e sapori autunnali. Per il momento non si sa ancora se il cantautore farà un tour promozionale per il disco. Il sito NPR’s First Listen ha messo a disposizione un’antprima completa dell’album: ascolta qui Popular Problems