stereorama

Dischi e traguardi del 2015

Tutti parlano dei migliori dischi del 2015 e io non voglio essere da meno, ma quest’anno è stato importante da molti altri punti di vista.
Se penso a quest’anno il primo disco che mi viene in mente è Classe A di Dan Solo, celebre super ex-bassista dei Marlene Kuntz. Dopo aver sentito l’album ho contattato Dan per un’intervista se volete rileggerla eccola!
L’ep di River of Gennargentu, Taloro è stata un’altra preziosa conquista del 2015, la voce calda di Lorenzo porta in una dimensione magica.
Andando avanti nei mesi un altro disco che ho ascoltato parecchio è Mississippi to Sahara dell’artista Faris Amine che oggi posso definire un amico. L’album è un viaggio unico nel suo genere che, partendo dalla reinterpretazione di pezzi tradizionali del Delta, sfocia in qualcos’altro. Se non conoscete il disco vi consiglio di concedergli un ascolto, sono certa vi entusiasmerà! Dopo l’intervista ho avuto il piacere di ospitare a casa mia Faris che ha allietato un piccolo gruppo di amici con chitarra e voce sino all’alba, che abbiamo osservato dalla montagna che incornicia il mio paesello del medio campidano.
Il terzo disco del 2015 non è un’uscita recente ma risale al 1974 ed è Ron Wood, I’ve got my own album to do. Non conoscevo questo album solista di Ronnie Wood ma da quando l’ho scoperto mi accompagna soprattutto quando scrivo. Non sapendo nulla ho voluto ascoltarlo cercando di coglierne le sfumature e con mia grande soddisfazione quando sono andata a verificare gran parte delle mie intuizioni erano vere. I’ve got… è stato scritto in collaborazione con George Harrison e Mick Jagger che all’epoca avevano letteralmente occupato casa di Ronnie, è un ascolto caldo, spensierato, ricco di vibrazioni buone. Ve lo consiglio!
In questi giorni sto ascoltando anche Crosseyedheart di Keith Richards ma devo lavorarci ancora su per poter scrivere qualcosa!
Sempre parlando di musica quest’anno è stato per me davvero speciale, ho intervistato davvero molti artisti:
Diego Mancino grande artista che ho scoperto quando si è iscritto alla mia pagina twitter
Edda che dopo l’intervista e il concerto mia ha salutato con un grande abbraccio
Pussy Stomp orgoglio del mio paesello, amici che stimo e artisti dal taglio interessante
Cristiano Godano con il quale ho parlato delle turbe speciali degli artisti
Giorgio Ciccarelli che dopo gli Afterhours s’è lanciato in nuove sfide. Devo ancora ascoltare il suo nuovo album solista, le cose cambiano, intanto leggete la recensione di Borchie+Briciole!
Dan Solo è uscito con un disco vario e intenso che merita d’essere ascoltato e assimilato per bene.
Faris Amine parte 1 e parte 2 che mi ha raccontato del deserto e della musica che ama
I 15 artisti presenti all’Abarra Festival, dei quali ancora non mi sono arrivati i video e non posso mostrarli!
Xavi Lozano Palay l’artista spagnolo che crea strumenti musicali da materiali di riciclo
Patrizio Fariselli tastierista degli Area, uno dei miei gruppi preferiti che in realtà si occupa di tantissime cose. La nostra chiacchierata è scivolata via piacevolmente, dandoci del tu e scambiandoci opinioni. Intervistare Fariselli è per me è stato un traguardo importante, gli Area li amo davvero. Fariselli ha parlato di molte cose, della musica per l’infanzia, delle colonne sonore e della società.
Eugenio Finardi è un altro faro importante. Un Maestro di musica e vita. Lo rincorrevo da un anno e dopo una mancata intervista al Sardegna Chiama causa telefono (mio) morto, Finardi è venuto a Villacidro, casa mia.
Teresa de Sio con la quale ho parlato di Arte, quella importante che “surfa i secoli”
Quat’anno è stato musicalmente importantissimo. Ho potuto discorrere con Artisti diversi eppure Unici, con uomini e donne che vivono d’Arte e che da sempre sono colonna sonora della mia vita.
Chiudo il 2015 felice con una nuova sfida-sogno: i Rolling Stones!
Auguro a tutti di trascorrere un 2016 in musica, quella giusta.
Claudio Rocchi diceva
“Il viaggio più lungo comincia col muovere un passo
coltivala dentro la voglia di dare,
questo è il passo da fare!
AUGURI!
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *