Appello: Aiutiamo Marta

CHIEDO LA VOSTRA ATTENZIONE: Marta è una ragazza che da 12 anni lotta contro un grave disturbo. Un medico che capisca il problema e lo analizzi cercando di risolverlo non c’è? Io credo di Si, semplicemente non ha ancora avuto modo di leggere le sue parole. Diffondiamo il suo messaggio e alimentiamo la speranza, perchè questa donna merita la serenità che le è negata, chissà perchè, da troppi anni. Ecco la sua letterra diffusa su facebook.
“Ho seguito ogni tipo di terapia e ne ho sopportato gli innumerevoli effetti collaterali; ho subìto tanti interventi chirurgici sulla testa e altrove, alcune volte inutili, altre volte utili ma non nel mio caso: comunque dolorosi e devastanti. Il mio corpo è deturpato da un groviglio di cavi, pompe, stimolatori. Son stata tante volte a un passo dalla morte. Ho girato l’Italia e ogni medico che mi ha preso in cura ha stigmatizzato gli errori terapeutici del predecessore, alimentando un crescendo di speranze che morivano dopo qualche tempo e con esse la loro voglia di interessarsi al mio caso raro e terribile. Nel mio peregrinare incessante e disperato ho incontrato tanti medici e sono grata a quelli che pur sconfitti non mi hanno abbandonato. A quelli che hanno visto nelle mie sofferenze una fonte di reddito rivolgo il mio cristiano perdono. Ma adesso, per la prima volta, ho paura. Paura che non ci sia spazio per la speranza perché sono un caso troppo difficile, perché nessuno vuole urtare la suscettibilità di un collega, che magari ha, in buona fede, fatto qualche errore.
Centro terapia del dolore Marta Deidda
“Vorrei solo un centro di terapia del dolore specializzato dove ci siano i vari specialisti pronti a collaborare tra loro per poter studiare il mio caso cosi da prendersi cura di me. Io non ho più le forze per andare avanti e quella speranza che mi ha sempre dato la forza ormai ha lasciato il posto alla disperazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *